Rapimento di cittadini giapponesi da parte della Corea del Nord

Casi in cui non può essere escluso il rapimento da parte della Corea del Nord

1. Posizione sostanziale

Oltre ai cittadini giapponesi già identificati come rapiti dalle autorità nordcoreane in base all’articolo 2 della legge sul sostegno alle vittime dei rapimenti e altre persone colpite dai rapimenti dalle autorità nordcoreane (più avanti, in forma abbreviata, la Legge per il sostegno), il governo giapponese è anche consapevole del fatto che il rapimento da parte della Corea del Nord non può essere escluso in altri casi di persone scomparse. Il governo è impegnato su tutti i fronti per ottenere una relazione completa su questi casi irrisolti. I competenti ministeri e organismi governativi stanno collaborando in stretto collegamento nella raccolta di informazioni, indagini e ricerche, sia in Giappone sia all’estero. Qualora un’indagine riveli che un certo caso riguardi un rapimento da parte delle autorità nordcoreane, il governo giapponese aggiungerà immediatamente la persona scomparsa all’elenco dei rapimenti come previsto dalla Legge per il sostegno.

2. Rimpatrio sicuro di tutti i rapiti

Il governo del Giappone ha ripetutamente chiesto alla Corea del Nord di garantire la sicurezza di tutti i rapiti, non solo di quelle già ufficialmente riconosciute come tali, e permettere il loro ritorno immediato in Giappone.

3. Le richieste del Giappone alla Corea del Nord

Il governo ha ripetutamente chiesto alla Corea del Nord di fornire informazioni relative ai casi di persone scomparse nei quali non può essere escluso il rapimento da parte della Corea del Nord. Il governo giapponese ha fornito informazioni relative ad oltre 30 persone scomparse sollecitando la Corea del Nord a cominciare ad indagare su tali casi. Il governo giapponese ha anche reiterato la richiesta alla Corea del Nord di fornire ogni ulteriore informazione di cui disponga sui rapimenti di cittadini giapponesi, indipendentemente dal fatto che un determinato caso sia stato specificato nelle richieste del governo gipponese.

Colloqui Giappone-Corea del Nord sui rapimenti

Terminologia: Scomparsa di giapponesi probabilmente collegata alla Corea del Nord

L’espressione “scomparsa di giapponesi probabilmente collegata alla Corea del Nord” è usata dalla Commissione d’indagine sulla scomparsa di giapponesi probabilmente collegata alla Corea del Nord (COMJAN) (in inglese)External link, un gruppo privato, in riferimento a casi di persone scomparse che sono oggetto di indagini indipendenti da parte della commissione in risposta alle richieste delle famiglie che credono che i familiari possano essere stati rapiti dalla Corea del Nord. La COMJAN riferisce che le indagini svolte dalla commissione hanno rilevato  “n. 1000 casi” in cui vi sarebbero elevate probabilità di rapimento..

Il governo giapponese non usa tale terminologia perché i casi oggetto di indagini da parte dei ministeri e da altri organismi governativi giapponesi non si limitano ai “giapponesi scomparsi probabilmente collegati alla Corea del Nord”. Il governo fa invece riferimento a “casi di persone scomparse nei quali non può essere esclusa la possibilità di rapimento da parte della Corea del Nord”.